A chi pagano la pensione i precari e i lavoratori dipendenti

Il Corriere Economia di lunedì fa una dettagliata analisi dei conti dell’Inps e scopre alcune scomode verità. (Giorgio Meletti, “Inps, chi paga le pensioni?Il popolo dei call center”, 27 aprile 2009, p. 8 Corriere Economia)

Eccole sinteticamente:

– non è vero che le pensioni “troppo generose” pesano sui conti dello Stato. Le pensioni “generose” pesano sulle spalle degli altri lavoratori che pagano i contributi

– ci sono categorie che “costano” e categorie che fruttano, ma non sono quelle che pensate

– quelle che costano sono: i dirigenti d’azienda (3,5 miliardi di euro l’anno di passivo), i coltivatori diretti (5,5 miliardi), gli artigiani (4 miliardi). E poi categorie dove sono stati fatti molti prepensionamenti per poter privatizzare le vecchie aziende pubbliche: elettricità, telefoni, trasporti. Queste 3 categorie perdono complessivamente 3,7 miliardi di euro. In tutti questi casi sono più le pensioni pagate che i contributi versati dalla categoria

– quelle che fruttano sono: i parasubordinati con 9 miliardi di attivo (ma quanti sono quelli che conoscete che prendono la pensione da precario?) e i 13 milioni di lavoratori iscritti al Fondo lavoratori dipendenti

– non ci sono i fondi per dare più ammortizzatori sociali, si dice. Eppure il Fondo prestazioni temporanee è in attivo di 5,5 miliardi e serve per pagare assegni familiari, cassa integrazione, sussidio di disoccupazione e giorni di malattia. E tutto questo per colpa della crisi: altrimenti l’avanzo sarebbe stato di 10 miliardi

– (curiosità) l’Inps spende 120 milioni di euro l’anno per pagare 15mila pensioni ad altrettanti membri del clero, non solo cattolico

A leggere questi dati sembrerebbe che:

– i contributi pagati dai lavoratori dipendenti e dai parasubordinati servono anche a ripianare il disavanzo creato dalla gestione dei dirigenti d’impresa (il loro ente, l’INPDAI, ha fatto crack), dagli artigiani e per pagare i costi sociali delle privatizzazioni degli anni ’90

– i soldi per aumentare la protezione contro la crisi ed estenderla a tutti ci sarebbero

Speriamo di essere smentiti dai nostri lettori economisti.

(Mattia Toaldo)

1 Commento

Archiviato in economia

Una risposta a “A chi pagano la pensione i precari e i lavoratori dipendenti

  1. Pingback: Dalla pensione alla tomba (del buon senso) « Italia2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...