L’Italia dopo Berlusconi

Vi siete mai chiesti come sarebbe l’Italia dopo la fine del dominio politico di Berlusconi? Il Financial Times, con questo articolo dello studioso Geoff Andrews, risponde: più o meno lo stesso. Andrews aveva scritto nel 2005 un libro dal titolo eloquente: “Non un paese normale: l’Italia dopo Berlusconi”. E nel 2005 era lecito porsi la domanda, dopo l’11 a 2 delle regionali e dopo anni di governo disastroso ci si poteva chiedere cosa ci sarebbe stato dopo. Dopo, putroppo, c’è stata una serie lunghissima di errori del centrosinistra e un grande recupero di Berlusconi. Oggi Andrews torna alla carica e spiega perchè Berlusconi non è l’unico dei nostri problemi.

In primo luogo, spiega, abbiamo un grande problema di corruzione: la criminalità organizzata, la politica ma anche l’evasione fiscale di massa. Berlusconi è la punta dell’iceberg ma dietro di lui (e viene da chiedersi: anche contro di lui?) c’è una delle classi politiche più corrotte d’Europa.

Come può essere tollerato tutto ciò? Andrews da due risposte, che però non esauriscono il discorso. La prima: Berlusconi controlla i media, anche quelli pubblici, che si guardano bene dal raccontare tutto. Attendiamo ancora per esempio che il TG1 ci racconti dello scandalo delle escort.

La seconda: la crisi della sinistra italiana, incapace di inserirsi nel vuoto creato da Tangentopoli ed intenta a cambiare nome ed identità senza mai trovare la risposta giusta.

Le conseguenze di tutto ciò sono l’antipolitica e il populismo di cui Berlusconi è il maggiore beneficiario ma che sfondano anche nel centrosinistra con Di Pietro e Grillo.

Difficile pensare, conclude Andrews, che la fine di Berlusconi – ritenuta da lui improbabile nel breve periodo – porti la rimanente classe politica a cooperare per rendere il potere più trasparente, aprire i mercati, cambiare la legge elettorale. Ammesso poi che queste siano le soluzioni.

(Mattia Toaldo)

1 Commento

Archiviato in destra

Una risposta a “L’Italia dopo Berlusconi

  1. juhan

    E in più c’è la chiesa che sullo sfascio ci marcia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...