65.774 auguri di un anno migliore!

Ultimo dell’anno: tempo di bilanci, non solo personali.

Il 2009 è stato, come si è cominciato a scrivere, l’annus horribilis delle carceri italiane. I 58134 detenuti del 31 dicembre 2008 sono diventati 65774 il 10 dicembre scorso: 7600 e passa detenuti in più, in un sistema penitenziario che – per strutture, risorse e personale – non ne potrebbe ospitare più di 43mila.

Il collasso del sistema penitenziario, una vera e propria catastrofe umanitaria, è alle porte mentre a Roma si discute. E’ più di un anno che il Governo promette il suo fantomatico piano straordinario di edilizia penitenziaria. Non serve a niente e glielo abbiamo detto in ogni modo, da un anno a questa parte: per costruire i posti detentivi necessari alla bisogna servono soldi e tempo e il Governo non ha né gli uni né l’altro. Intanto in galera si muore: di botte, di incuria o per mano propria.

Il 12 gennaio, alla Camera dei deputati, si discuteranno le mozioni sul carcere. Il Governo che farà? Continuerà a raccontare la balla del “piano carceri”? o deciderà finalmente di assumersi la responsabilità di quello che sta accadendo negli istituti penitenziari e di quello che potrà succedere nel 2010? E già, perché il sovraffollamento non è il prodotto di una congiunzione astrale, né del destino cinico e baro. E tantomeno è il frutto delle migrazioni planetarie. In galera non ci si va, se non c’è un titolo di reato che ti ci manda. E questo Governo non manca occasione per promettere più galera per tutti (pardon: per molti, per altri no …).

Tre anni fa furono sufficienti 3000 detenuti in meno di quanto ce ne sono oggi per convincere il parlamento a votare a larghissima maggioranza una riduzione di pena che fece uscire di galera quasi 30mila persone. Basteranno quelli in più di oggi per rivedere le assurde limitazioni alle alternative alla detenzione, gli aggravi di pena, le custodie cautelari in carcere obbligatorie, le leggi carcerogene sulla droga e l’immigrazione?

65.774 auguri di un anno migliore!

(stefano anastasia, 31.12.2009)

Lascia un commento

Archiviato in carcere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...