Archivi tag: Bersani

Il “nuovo centro” che il PD non vede

Nel PD e su alcuni grandi giornali non si parla d’altro: rinunciare alle primarie è la condizione necessaria per costruire un’ alleanza che vada da Fini a Diliberto per constrastare la minaccia autoritaria dell’attuale centrodestra. Una visione miope e improbabile (Fini e Casini hanno già detto di no molte volte ad uno schieramento che includa Di Pietro e Vendola) e che può portare a due scenari uno peggiore dell’altro: un’alleanza che comprenda solo il PD e il Terzo Polo e che secondo un sondaggio di Diamanti poco citato avrebbe solo il 30,8%, lasciando il 28,8% a SEL, IDV e FdS e ovviamente facendo vincere il centrodestra con meno del 40% dei voti; oppure un centrosinistra privo di idee, che arriva alle elezioni impreparato, senza aver tenuto le primarie e senza aver mobilitato i propri elettori. Insomma, quanto già successo nelle regionali laziali. Continua a leggere

12 commenti

Archiviato in destra, elezioni, partiti, sinistra

Come non tornare a perdere

Giovedì sul Manifesto Michele Prospero ha scritto della necessità di creare una grande coalizione “costituzionale” che, sulla base di un programma minimo, includa la sinistra, il PD e il Polo della Nazione. Ieri Pierluigi Bersani ha forzato il ragionamento dicendo che, pur di costruire un’alleanza così larga, si potrebbe rinunciare anche a tenere le primarie. E’ già cominciato su Repubblica il refrain a favore di questo schema: bisogna essere realisti, rinunciare alla propria identità e ingoiare il boccone amaro. Cerchiamo allora di essere realisti, cioè di partire dalla realtà che in politica è anche quella elettorale. Continua a leggere

8 commenti

Archiviato in elezioni, partiti, sinistra

Stessa spiaggia, stesso mare

Gli ultimi giorni agostani coincidono, tradizionalmente, nel nostro paese, con “la ripresa del corso politico” (come si dice in gergo). Quest’anno la novità è segnata dalla ricomparsa del nobile genere dell’epistola politica, pur se nella forma della “lettera al direttore” di quotidiani di grande tiratura. Le note di Veltroni e Bersani hanno fatto sensazione, e politici e politicanti del centrosinistra sono lì impegnatissimi a discuterne e a “posizionarsi”. Buon motivo per parlare d’altro, verrebbe da pensare. Ma è pur sempre ancora agosto: e allora concediamoci anche noi il lusso di fare un po’ di chiacchiera, prima di tornare a dedicarci a cose serie. Non è un pregiudizio o un vezzo snobistico, il nostro: sia chiaro. Il problema, semmai, è che sotto il sole non c’è nulla di nuovo. Nulla che già non sapessimo, nulla che già non ci avesse annoiato, nulla che già non si sia rivelato impraticabile, irrilevante, sbagliato. Proviamo ad analizzare brevemente i due scritti. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in sinistra