Archivi tag: Grecia

Elezioni in Grecia: Wir Sind Syriza

Alexis Tsipras, leader di Syriza. Foto tratta dal sito del Guardian

Syriza non è riuscita ad ottenere la vittoria elettorale che ci sarebbe piaciuta tanto .
Non avrà il compito di governare la Grecia e già i vari commentatori “europeisti e democratico centristi” tirano sospiri di sollievo e titoli rassicuranti: La Grecia dice sì all’euro.
Sul fatto che la Syriza non avesse affatto espresso la volontà di fare uscire la Grecia dall’Euro e che ora verrà governata da una coalizione composta dalle due principali forze politiche responsabili del disastro, per il momento si glissa.
Anche i Greci avranno la loro Crossa Koalitzione, i tedeschi, quest’estate andranno a spendere i loro euri sulle isole greche, e in qualche modo si cercherà di andare avanti per un po’.
Per quel che ci riguarda, invece, queste elezioni greche aiutano non poco a mettere diverse cose in chiaro piuttosto importanti. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in elezioni, Europa, sinistra, Uncategorized

Cosa ci dice questo maggio di elezioni in Europa

La primavera elettorale che stiamo vivendo è da considerare davvero cruciale: le consultazioni che si sono tenute un po’ dappertutto stanno modificando radicalmente la mappa politica e l’equilibrio di forze su cui si sono poggiati negli ultimi anni i paesi che fanno parte dell’Unione Europea. Tenendo comunque conto delle specificità locali, il comportamento dei cittadini chiamati alle urne ha dei tratti in comune e delinea delle tendenze generali. Cercheremo di individuare le più vistose. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in elezioni, Europa, partiti, sinistra

Ma cosa frena di più lo sviluppo dell’Italia: i diritti o la corruzione? Alcune cifre al riguardo

Il palazzo di giustizia di Milano. Foto tratta da http://www.lamanutenzione.it

Da anni si discute sulle cause della lenta e faticosa crescita dell’economia Italiana. Per riavviare il motore del paese il Governo Monti, dopo un pallidissimo intervento sulle liberalizzazioni, ha scelto di puntare sul ridimensionando degli istituti di protezione e tutela presenti nel sistema pensionistico e nel mercato del lavoro. Secondo l’esplicite dichiarazioni del ministro Elsa Fornero il welfare pubblico è in sostanza un lusso che oggi non possiamo più permetterci: <<un sogno e l’unico vero welfare nella storia di questo paese l’hanno fatto San Giuseppe Benedetto Cottolengo e San Giovanni Bosco>>. Di fronte a questa posizione c’è da chiedersi se sia veramente l’eccessiva generosità del sistema di protezione sociale a minare la fiducia degli investitori e a minacciare la libertà di impresa in Italia. Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in economia, giustizia

Il “non-detto” della riforma del lavoro.

La flessibilità del lavoro in alcuni paesi del mondo. L'Italia è già ora più flessibile di Francia, Germania e altri paesi europei. Grafico tratto da http://www.gustavopiga.it

Ieri sera il governo ha concluso la trattativa sulla riforma del lavoro e, dopo altre riunioni “tecniche”, sottoporrà la sua proposta al parlamento. Analizzeremo con più calma queste proposte nei prossimi giorni, vale la pena però ora considerare alcuni elementi che ci aiutano a capire quale può essere l’obiettivo non dichiarato della riforma e quali le sue conseguenze. Continua a leggere

6 commenti

Archiviato in economia, Europa, precarietà, sinistra

Invece della “cura greca”

- Keynes, sei fuori moda e inutile. L'economia moderna ti ha superato - oddio, sto cadendo dal dirupo. Salvami Keynes! - ti ho preso. - Grazie - come dicevo, Keynes, non sei di nessuna utilità!

Mentre Atene brucia sono in molti  a chiedersi se la via crucis imposta alla Grecia sia l’unica via d’uscita alla crisi debitoria del paese. Senza inoltrarci nell’enorme questione democratica sollevata dai famigerati “diktat della troika” imposti al parlamento ellenico e dallo svuotamento delle istituzioni elette,  proviamo a concentrarci sull’analisi di queste manovre e sulle possibilità che esse sortiscano un effetto positivo. Continua a leggere

6 commenti

Archiviato in economia, Europa

La Grecia non è sola

Si può fare qualcosa per le Grecia? Ce ne importa, e se sì, perché? Atene sembra sola e senza poter sperare nell’aiuto degli altri: deve solo trangugiare l’ultima dose dell’unica medicina possibile e necessaria. Una cura che, in dosi e somministrazioni diverse, è stata fornita anche ad altri paesi europei tra cui in parte anche il nostro. Ecco perché ci deve interessare quello che succede lì, oltre alle più ovvie ragioni di solidarietà umana. Ed ecco perché è necessario ancora una volta riflettere sulla “cura” che si sta somministrando all’Europa e sulle alternative possibili.

Continua a leggere

14 commenti

Archiviato in economia, Europa, Uncategorized

L’ultima opportunità per l’Europa

immagine tratta dal sito dell'Ansa

“È la nostra moneta, ma è il vostro problema”. Così John Connaly, ministro del Tesoro degli Stati Uniti, commentava nel 1971 la decisione americana di ritirare il dollaro dal sistema di convertibilità dell’oro che stabilizzava l’economia globale dalla fine della Seconda guerra mondiale. Oggi, sempre più spesso, i capi di stato europei agiscono come se parafrasassero il detto: l’Euro è la nostra moneta, ma è il vostro problema. Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in economia, Europa