Archivi tag: immigrazione

“Clandestino” di nome e di Fatto. A proposito di immigrazione, giustizia e sinistra

migrante dietro le sbarredi Stefano Anastasia

Scambio di colpi tra Luigi Manconi e Marco Travaglio, su l’Unità di martedì e il Fatto mercoledì scorso. Attacca Manconi, replica (e contrattacca) Travaglio. Il presidente della commissione diritti umani del Senato accusa il condirettore del quotidiano di Padellaro di usare impunemente la parola ‘clandestino’, su cui la destra ha costruito nel tempo il suo ministero della paura; replica Travaglio che in maggioranza con la destra (fino a ieri) c’è stato il suo contraddittore.
Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

Democrazia che viene, democrazia che va (a proposito delle elezioni tunisine)

Una donna tunisina vota in un seggio allestito ad Hong Kong. Foto tratta dal blog Tutto in 30 secondi

Quasi completamente oscurata dall’uccisione di Gheddafi, l’altra notizia che ci viene dal nord Africa in questi giorni sono le elezioni tunisine, che apriranno la strada delle consultazioni democratiche nel mondo arabo: tra un mese comincia il lungo processo elettorale in Egitto che si concluderà a marzo e chissà se il 2012 non ci riservi qualche altra sorpresa positiva nella regione.

I tunisini, ma soprattutto le tunisine, votano liberamente per la prima volta dopo tantissimi anni. Hanno cominciato ad esprimere le loro preferenze quelli che risiedono all’estero, circa il 10% della popolazione. In Italia votano già da ieri e continueranno a farlo anche oggi e domani in 75 seggi sparsi per la penisola.  Vediamo perché queste elezioni sono così importanti.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in democrazia e diritti, Donne, elezioni, Europa, mondo

La Milano che non può votare

Questo fine settimana si svolgera’ il secondo turno di importanti elezioni amministrative nella seconda e nella terza citta’ italiane. E’ giusto guardare ai dati dell’affluenza alle urne per capire lo stato di salute delle nostre democrazie locali. Allo stesso tempo, non si possono ignorare le centinaia di migliaia di abitanti di quelle citta’ che in quelle percentuali non e’ rappresentato. Ci troviamo di fronte al paradosso di citta’ con sempre meno elettori ma sempre piu’ residenti effettivi: la citta’ formale assomiglia sempre meno a quella reale. Milano e’ da questo punto di vista un esempio perfetto.
Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in democrazia e diritti, elezioni

Il valore della vita (dei migranti)

Pochi minuti fa ci ha chiamato Yusuf Aminu Baba. E’ un ragazzo nigeriano di 30 anni. Migrante.  E’ il protagonista di A SUD di LAMPEDUSA, il documentario che abbiamo girato insieme 5 anni fa nel deserto del Niger. Da allora ogni tanto ci chiama, per salutarci.

Questa volta la telefonata non era uguale alle altre. Ci ha detto: “Sono a Zuwarah, sulla costa libica, tra poche ore partirò per Lampedusa. Pregate per me. Ho bisogno delle vostre preghiere e dell’aiuto di Dio”.Gli abbiamo detto: “Non partire, è pericoloso”. Lui ci ha detto: “Stare qui è più pericoloso”.

Yusuf partirà. Forse è già partito mentre leggete queste righe. Chissà se mai arriverà o se finirà come molti altri inghiottito dal Mediterraneo.

E dall’indifferenza. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in democrazia e diritti, Europa, Roma

Se i 5 punti fossero questi

Il Presidente del consiglio Silvio Berlusconi si appresta a spiegare il suo programma in 5 punti con il quale intende rilanciare l’azione di governo. Noi di Italia2013 abbiamo provato a fare un gioco, abbastanza serio: immaginare cosa potrebbe dire un ipotetico Presidente del consiglio di centrosinistra se fosse al posto del leader del Pdl. Per comodità, abbiamo organizzato le nostre proposte in altrettanti 5 punti.

Lasciamo ora la parola al nostro Presidente del consiglio immaginario. Continua a leggere

11 commenti

Archiviato in economia, sinistra

Dai tagli al razzismo: evoluzione di un socialdemocratico tedesco

“Noi [il popolo tedesco, ndr] diventeremo per ragioni naturali sempre più stupidi, perché è stato calcolato che i musulmani, meno attrezzati sul piano cognitivo, hanno un tasso riproduttivo più alto”. Leggere queste parole nell’originale tedesco provoca, per chiunque conosca gli avvenimenti storici del XX secolo, una sensazione quantomeno sgradevole. E desta anche vera preoccupazione, se si esamina la fonte: non un blog di estrema destra, né la propaganda elettorale di qualche gruppuscolo populista, ma un libro di enorme diffusione, La Germania si estingue, uscito nelle librerie tedesche un paio di settimane fa.

Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in democrazia e diritti, Europa, mondo, sinistra

Alemanno e la disintegrazione di Roma

Alcuni eventi di questo ultimo periodo, a partire dallo sciopero del 1 marzo, hanno riportato al centro del dibattito il tema dell’immigrazione. E’ una buona occasione per riflettere sul livello di integrazione in una città come Roma, che ospita ormai trecentomila residenti non nati in Italia (circa il 13% dell’intera popolazione del comune), dei quali 60.000 iscritti a scuola. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in democrazia e diritti, destra, Roma