Archivi tag: mobilità

Il bike sharing che si può fare a Roma

Foto Magociclo per Roma Pedala

Novità per chi crede che una mobilità sostenibile sia possibile anche a Roma. Nel 2008, appena eletto, Gianni Alemanno aveva revocato alla multinazionale della pubblicità Cemusa la gestione sperimentale del bike sharing per affidarla all’Atac. Nei tre anni successivi l’azienda comunale ha mandato a rotoli il progetto, unico caso al mondo. Adesso il sindaco ci  ripensa – e poi si stupisce se lo chiamano Retromanno – e affida all’Agenzia della Mobilità il compito di trovare una società esterna che rilanci il servizio. Potrebbe essere una buona opportunità: vediamo perchè.

Continua a leggere

6 commenti

Archiviato in Roma

Ultima fermata, Roma

Da ieri, in via sperimentale, alcune corsie preferenziali di Roma saranno aperte al transito di moto e motorini. Questa scelta, apparentemente di poco peso nel complicatissimo mondo della mobilità romana, è l’occasione per uno sguardo generale alla situazione del trasporto pubblico nella Capitale, a tre anni dall’insediamento della Giunta Alemanno. “Sono stati tre anni di successi”, ha commentato il sindaco. Vediamo più in dettaglio. Continua a leggere

6 commenti

Archiviato in Roma, urbanistica

Roma futura (in bici)

La sconcertante morte di Giuseppina Licenziato, la settantenne ciclista investita e trascinata per dieci metri da un tir in piazza Re di Roma, mentre rientrava a casa dopo una passeggiata mattutina a Villa Celimontana, ci ricorda – per l’ennesima volta – l’assoluta inadeguatezza delle strade della Capitale, e la loro pericolosità per gli utenti più deboli. Come trasformarle? Ecco una proposta per aumentare il tasso di mobilità ciclabile e allo stesso tempo offrire migliori standard di sicurezza, a costo zero. Continua a leggere

9 commenti

Archiviato in mondo, Roma, urbanistica

A proposito di Nimby e grandi opere: il terminal del Gianicolo

Nelle ultime settimane, anche dopo il varo del piano pullman, le cronache di Roma hanno continuato a parlare del problema dei torpedoni dei turisti. Tuttavia è bene leggere la questione “in controluce” e non fermarsi ai cattivi risultati di un provvedimento bizzarro. Nel dispiegarsi della vicenda e nella catena dei fatti riportati dai giornali c’è molto di più della conferma di una facile profezia circa lo scarso impatto che il piano pullman avrebbe avuto.

Ovviamente va detto che nessuno si è accorto della differenza tra il prima e il dopo piano pullman, se non per un certo peggioramento della situazione. Infatti è rimasta intatta la tendenza all’occupazione della città, solo che sembra essersi intensificata  (la Legambiente a Via dei Fori Imperiali ha contato un passaggio di pullman ogni 30 secondi). Continua a leggere

11 commenti

Archiviato in Roma, urbanistica

Sotto il nuovo piano pullman, niente. Enclosure de noantri e circolazione turistica a Roma

Che a Roma la circolazione dei pullman turistici sia ingovernabile non è vero: è stato dimostrato ampiamente col piano del Giubileo (si veda, a questo proposito l’articolo del Corriere della Sera del giugno del 2009 riportato da Benedetto Marcucci il 2 luglio).

Il problema, messo così, potrebbe considerarsi risolto: si stava meglio prima. Mentre invece sorgono due domande. In primo luogo perché quel piano fu smantellato in tutte le sue componenti (e non solo: non si è andati avanti con i tram; sono stati inaugurati i pullman a due piani per soli turisti; dell’archeo-tram non si è sentito più parlare); in secondo luogo, perché non si è proposta più nessuna grande idea in proposito di trasporto turistico a Roma. Continua a leggere

13 commenti

Archiviato in economia, Roma, urbanistica