Archivi tag: partiti

A proposito di crisi dei partiti. Tra il flusso dell’antipolitica e le ragioni della democrazia partecipativa

Manifesti durante l’ultima campagna elettorale francese.

Che la vita politica italiana viva un momento di profonda confusione è sotto gli occhi di tutti. La deriva in termini di credibilità dei partiti politici, Il declino della partecipazione al voto (in Italia come nel resto dei paesi occidentali), il Movimento 5 stelle che rischia seriamente di affermarsi oggi come seconda forza del paese, la presenza costante di movimenti dal basso che quotidianamente mettono in discussione il ruolo di mediazione dei partiti, sono tutti segnali di quanto grande sia la distanza tra il bisogno di risposte politiche da parte dei cittadini e la volontà o la capacità dei tradizionali attori politici. Da questo punto di vista occorre chiedersi se siano i partiti ad essere ancora in grado di guidare la soluzione della crisi, se la crisi attuale non sia soprattutto crisi delle istituzioni e dei partiti come li abbiamo conosciuti? Quello a cui stiamo assistendo è a mio modesto parere infatti la rimozione del filtro della rappresentanza e della mediazione dei partiti come l’abbiamo conosciuta. Un processo che ha radici profonde e non può essere liquidato sull’onda dell’antipolitica.
Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in elezioni, partiti, sinistra

Finanziamento pubblico dei partiti, una questione di democrazia.

In poco tempo siamo passati dal Sen. Lusi, ex tesoriere della Margherita, indagato per appropriazione indebita dei rimborsi elettorali al Sen. Bossi che, assieme al tesoriere Belsito ha trasformato i rimborsi elettorali ricevuti dalla Lega Nord nella cassa privata della sua famiglia. La melodia suonata da Bossi e Lusi è la stessa: rubare in “casa propria”, al proprio partito, ma soprattutto rubare soldi pubblici dei cittadini destinati allo svolgimento democratico della vita di una forza politica e del sistema politico tutto.

A fronte di ciò l’indignazione generale è anche ben poco.

Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in democrazia e diritti, elezioni, partiti, Uncategorized

Come diminuiamo gli introiti dei parlamentari? Aumentandogli lo stipendio

Immagine tratta da assicurazioniprestiti.com

Basta demagogia sui costi della politica, da non confondere con quelli della democrazia.  Gli eletti in questo paese devono guadagnare di meno, in nome dell’austerity e per rispetto di noi poveri precari, casalinghe, disoccupati e pensionati? No. Anzi, la mia idea è che dobbiamo aumentarli lo stipendio tabellare di 1000 euro al mese. Ecco però a quali condizioni, una volta tanto non demagogiche e che forse – otre la propaganda – determinerebbero un qualche risparmio concreto e maggiore trasparenza.

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in democrazia e diritti, partiti