Archivi tag: povertà

Ecco come e perché si è impoverito l’ex “ceto medio” italiano

Immagine tratta da Romah24.it

Su impulso dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite lo scorso 17 ottobre è stata celebrata la Giornata Internazionale per lo sradicamento della povertà. Un evento passato sostanzialmente nel silenzio di gran parte dei mass media nazionali e degli attori istituzionali di questo paese con la sola lodevole eccezione della Caritas che in quella occasione ha presentato il suo rapporto annuale  su povertà ed esclusione sociale, intitolato “I ripartenti. Povertà croniche e inedite. Percorsi di risalita nella stagione della crisi”. Il quadro descritto nel rapporto evidenzia chiaramente come la “Grande crisi” esplosa nel 2008, il cui decorso è ancora incerto, stia avendo un costo umano elevatissimo e, al tempo stesso, abbia contribuito a ridisegnare la geografia delle povertà.

La povertà che oggi ci troviamo a fronteggiare non è infatti più descrivibile utilizzando gli schemi e le figure del passato. E’ una condizione che sfugge e che si estende ben oltre i confini che ne delimitavano il quadro fino a poco tempo fa. Oltre ad accrescere, infatti, il numero delle persone che vivono in stato di povertà cronica, si assiste sempre più a fenomeni di impoverimento e di esclusione sociale che investono settori di popolazione che in passato avremmo definito ceto medio.

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in economia

Perché il sud non cresce (e l’articolo 18 non c’entra)

Il palazzo della Regione Campania. L'inefficienza e il clientelismo della pubblica amministrazione è una delle maggiori ragioni del mancato sviluppo. Foto tratta da dirittiregionali.org

Di fronte all’attuale drammatica situazione del Mezzogiorno negli ultimi anni l’attenzione del Governo e del dibattito pubblico è stata invece a corrente alternata con un “effetto spiazzamento”: all’inversione ciclica si sono sommate debolezze strutturali che affondano le radici nel tempo e che si sono aggravate nell’attuale congiuntura mentre le politiche di sviluppo sono state radicalmente depotenziate. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in economia

Il vento che soffia dal sud. Il Mezzogiorno perso tra recessione e ribellismo

Il porto di Napoli. Foto tratta da http://www.porto.napoli.itIl porto di Napoli. Foto tratta da http://www.porto.napoli.it

Se sul reale spirito di cambiamento del Movimento dei forconi si possono nutrire dubbi per le biografie delle persone che si sono fatte promotrici delle azioni di protesta, è altrettanto evidente come questi eventi segnalino la rottura nel Mezzogiorno di equilibri politici e sociali.

Tutte le analisi socio-economiche condotte negli ultimi anni descrivono infatti un’Italia in cui coesistono un Nord con livelli di benessere in linea con la realtà europea e un Sud con rischi di povertà o esclusione prossimi a quelli del Nord Africa.

Continua a leggere

5 commenti

Archiviato in economia