Archivi tag: turismo

Turisti e pendolari, un contrasto evitabile

 

(Foto Andrea Declich)

Quando, nel luglio del 2010 prevedevamo il probabile fallimento del piano pullman appena lanciato dal Comune di Roma – allora ancora non era Roma Capitale – e quando, qualche mese dopo, rilevavamo di essere stati facili profeti, non eravamo bramosi di trovare ulteriori conferme alla tesi che il caos del trasporto turistico a Roma non è causato dalla eccezionalità di questa città. Avremmo sperato che chi la governa si fosse preso le responsabilità per cui si è fatto eleggere e non considerasse Roma come destinata, per sua natura, ad arrendersi all’invasione di una imponente massa di turisti e pellegrini in visita, manco fossero lanzichenecchi.
La conferma alla nostra tesi, purtroppo, la troviamo in alcuni articoli recentemente pubblicati sulla edizione romana on-line del Corriere della Sera, che parlano delle proteste dei pendolari della linea Roma-Civitavecchia e degli echi che tali proteste hanno avuto a Montecitorio grazie a una interrogazione parlamentare.

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Roma

Ciò che è buono per i romani è buono per Roma, turismo incluso

Foto tratta da corriereromano.it

La politica romana, molto attiva nel gioco delle poltrone – si veda l’ultimo pasticciato rimpasto della giunta comunale -, sembra non avere grandi idee circa le prospettive da dare alla città. Certo, sono anche stati organizzati eventi che si volevano importanti, come gli “Stati generali della città”. Spente le luci della ribalta mediatica, di quelle iniziative sembra essere rimasto poco. L’attenzione ha finito per concentrarsi sui gravi fatti di cronaca che hanno segnalato l’emergenza criminalità organizzata, oppure su alcuni progetti di sviluppo dell’EUR piuttosto abborracciati. Insomma, il degrado complessivo della città è evidente più che mai.

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in economia, Roma, urbanistica

Il valore della cultura e la cultura del valore

L’iniziativa di protesta di venerdì 12 novembre “Porte chiuse luci accese sulla cultura” è un’occasione preziosa per ragionare su uno dei più grandi equivoci che il centro destra e il governo Berlusconi stanno cercando di imporre al paese. Si voglio spacciare i tagli alla cultura come un’operazione che elimina il superfluo per concentrare le risorse e le attenzioni su altro. Non è così. E non solo perché la fruizione culturale “ci piace” ma perché rappresenta molto ma molto di più per l’economia del paese e per la sua tenuta sociale.

Lo sciopero del 12 è il punto alto di arrivo di molte manifestazioni particolari di queste ultime settimane, ma per volti versi rappresenta anche un punto di partenza per ragionare su un tema cruciale per la crescita del nostro paese. A che serve la cultura?

Continua a leggere

33 commenti

Archiviato in cultura e ricerca, economia

A proposito di Nimby e grandi opere: il terminal del Gianicolo

Nelle ultime settimane, anche dopo il varo del piano pullman, le cronache di Roma hanno continuato a parlare del problema dei torpedoni dei turisti. Tuttavia è bene leggere la questione “in controluce” e non fermarsi ai cattivi risultati di un provvedimento bizzarro. Nel dispiegarsi della vicenda e nella catena dei fatti riportati dai giornali c’è molto di più della conferma di una facile profezia circa lo scarso impatto che il piano pullman avrebbe avuto.

Ovviamente va detto che nessuno si è accorto della differenza tra il prima e il dopo piano pullman, se non per un certo peggioramento della situazione. Infatti è rimasta intatta la tendenza all’occupazione della città, solo che sembra essersi intensificata  (la Legambiente a Via dei Fori Imperiali ha contato un passaggio di pullman ogni 30 secondi). Continua a leggere

11 commenti

Archiviato in Roma, urbanistica

Sotto il nuovo piano pullman, niente. Enclosure de noantri e circolazione turistica a Roma

Che a Roma la circolazione dei pullman turistici sia ingovernabile non è vero: è stato dimostrato ampiamente col piano del Giubileo (si veda, a questo proposito l’articolo del Corriere della Sera del giugno del 2009 riportato da Benedetto Marcucci il 2 luglio).

Il problema, messo così, potrebbe considerarsi risolto: si stava meglio prima. Mentre invece sorgono due domande. In primo luogo perché quel piano fu smantellato in tutte le sue componenti (e non solo: non si è andati avanti con i tram; sono stati inaugurati i pullman a due piani per soli turisti; dell’archeo-tram non si è sentito più parlare); in secondo luogo, perché non si è proposta più nessuna grande idea in proposito di trasporto turistico a Roma. Continua a leggere

13 commenti

Archiviato in economia, Roma, urbanistica

Parliamo ancora di rendita: “le enclosure de noantri”

“Botteghe storiche, chiusure senza fine”. Così titolava la cronaca di Roma di Repubblica venerdì 30 aprile . L’articolo parlava di un fenomeno in corso da vari anni nella città di Roma (ma anche in tante città d’arte), per cui nel centro storico le botteghe degli artigiani vengono chiuse per via dei prezzi sempre crescenti degli affitti, e sono per lo più sostituite da negozi per turisti o da ristoratori interessati a rifornire la movida.

Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in economia, Roma, urbanistica