Archivi tag: uguaglianza

Veltroni, Bobbio, il riformismo e l’eguaglianza

bobbiodi Jacopo Rosatelli

Un omaggio doveroso, ma dal contenuto assai discutibile, è quello che su La Stampa (9.1.2014) Walter Veltroni ha offerto alla memoria di Norberto Bobbio, nel decennale della sua morte. Per l’ex segretario del Pd, il senso della lezione che l’intellettuale torinese impartì alla sinistra italiana è il seguente: «se la sinistra è conservatrice non è sinistra. Se difende l’equilibrio dato, con il suo carico di ingiustizie e di diritti negati, viene meno al suo compito». Et voilà: anche Bobbio reclutato nella folta schiera dei fautori del contemporaneo «riformismo», interpretato oggi da Matteo Renzi, continuatore del veltroniano «spirito del Lingotto».

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in sinistra

“Chi ti guarda i pupi mentre stai in macchina?”: ancora su nanourbanistica, trasporti e disuguaglianze sociali a Roma

In questi ultimi giorni, alcuni sociologi e urbanisti americani si stanno confrontando sullo “sprawl”. C’è chi dice – come Joel Kotkin – che l’idea che si possano (ri)portare le persone in città dalle vaste periferie disperse e fatte di villette è velleitaria, anche perché agli americani piace vivere nei sobborghi. Altri rispondono, in maniera anche convincente, che una lettura attenta dei dati può portare a un giudizio opposto. Chiaramente, anche solo provare a proporre in maggior dettaglio i termini del dibattito, non è possibile per ragioni di spazio.  Ne parliamo qui perché la questione ha un’immediata attualità anche per noi a Roma (e in Italia).

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Donne, economia, Roma, sinistra, urbanistica

I frutti sono di tutti e la terra non è di nessuno. Appunti sulla cittadinanza

Perché dobbiamo aiutare gli immigrati presenti in Italia a essere cittadini del nostro paese, a ottenere la cittadinanza, un permesso di soggiorno (magari senza il calvario che oggi bisogna affrontare per il rinnovo) o il diritto di voto? Perché crediamo nell’uguaglianza e nei diritti universali. E’ un nostro dovere, oggi, essere al fianco degli immigrati: “i frutti sono di tutti e la terra non è di nessuno”. Non importa il colore della pelle di chi i frutti lavora per raccoglierli. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in democrazia e diritti, mondo, sinistra