Anno zero/2. Cosa è successo a Roma nel 2008 (ripasso ragionato)

pasquino2 Qui di seguito trovate un articolo (lungo) di Mattia Diletti e Mattia Toaldo apparso sulla rivista “Lo straniero” nel luglio  2008, a commento delle elezioni romane dell’anno scorso. L’analisi tiene ancora, forse anche di più. C’è una versione breve da 3 mila battute e, alla fine, il link all’articolo.

SHORT VERSION

– a Roma la destra non ha affatto sfondato: Alemanno ha vinto conquistando nel ballottaggio 16 mila voti in meno di quelli ottenuti da Antonio Tajani nel 2001, quando quest’ultimo perse a vantaggio di Veltroni.

– i 783 mila voti presi da Alemanno al ballottaggio sono dentro la fascia di oscillazione del centrodestra nelle elezioni degli ultimi 15 anni; dall’altro lato invece Rutelli ha perso 200 mila voti rispetto alla media del centrosinistra nello stesso periodo, ben 279 mila in meno di quanti ne prese lui stesso nel 1993 contro Fini. Il calo dell’affluenza (sia rispetto al primo turno che rispetto alla prima vittoria di Veltroni sette anni fa nel ballottaggio contro Tajani) è di oltre 200 mila voti.

– È evidente come una parte consistente di popolo abbia fatto ricorso al principale strumento di ribellione concesso da questi sistemi politici: la defezione. Quando il re è nudo e il potere appare indebolito il popolo si toglie il lusso di ribellarsi, in questa forma povera di ribellione: non vota o procede alla lapidazione del sovrano per mezzo della scheda elettorale. Qui in Europa questo disagio è, al momento, appannaggio culturale e politico della destra. Nel caso romano, Walter Tocci ha definito il voto una “pasquinata di massa”.

– Alemanno e i suoi devono aver studiato attentamente il potere del centro-sinistra romano in questi 15 anni, così come Goffredo Bettini analizzava attraverso la pratica di opposizione la Roma di Vittorio Sbardella, probabilmente con la stessa miscela di odio e ammirazione. Per la destra sociale di An si è trattato di confrontarsi con un modello riuscito di sdoganamento politico, quello attuato dagli ex-comunisti, cercando di trarne consiglio e comprenderne i punti deboli. Questi ultimi sono stati individuati nell’assenza, o meglio nella rinuncia, al mantenimento di un qualsiasi profilo politico-culturale.

– Alleanza Nazionale si è trasformata in una sorta di “sindacato territoriale romano”, alternativo e complementare al modello leghista anche all’interno del governo. Ora però si tratta di tenere insieme quella macchina di consenso a ogni costo che è il comune di Roma: al centro il sindaco-presidente, dietro di lui il coro cacofonico dei gruppi di interesse (compresi quelli di natura sociale e non predatoria).

– se si osservano i dati elettorali si vede che nel ballottaggio per il comune di Roma il centro-destra ha vinto in tutte le circoscrizioni che si sviluppano a ridosso e oltre il raccordo anulare; per chi avesse voglia è da lì che si deve ripartire per trovare le parole per capire questa città.

– l’ansia di sicurezza, così male interpretata dal centrosinistra negli ultimi anni, è in realtà il sintomo di una possibile nuova egemonia della destra su quelle politiche locali, che invece dalla metà degli anni ottanta erano state controllate dalla sinistra. Fino a poco tempo fa le campagne elettorali si vincevano o si perdevano sul traffico, l’ambiente, le zone pedonali, l’urbanistica partecipata.

(qui la versione lunga dell’articolo/saggio).

8 commenti

Archiviato in Uncategorized

8 risposte a “Anno zero/2. Cosa è successo a Roma nel 2008 (ripasso ragionato)

  1. Pingback: Un anno di Alemanno « Italia2013

  2. Pingback: La presa di Roma, istruzioni per l’uso « Italia2013

  3. Pingback: Votate, votate, votate « Italia2013

  4. Pingback: Riflessioni su Roma: “Occasioni Mancate”, la nostra recensione « Italia2013

  5. Pingback: Questa volta si può fare « Italia2013

  6. Pingback: La giunta Aledanno bis | Italia2013

  7. Pingback: Come ci siamo beccati Alemanno | Italia2013

  8. Pingback: La sfida di Zingaretti per Roma | Italia2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...